Torna a Articoli
Il dominio nozioni base realizzazione siti web

Il dominio

Nozioni base

Cos’è un nome di dominio?

Il dominio è l’indirizzo tramite il quale gli utenti di Internet possono accedere al tuo sito Web. Un nome di dominio viene utilizzato per trovare ed identificare i computer su Internet sui quali sono memorizzate tutte i file che permettono di visualizzare un sito web. Tali computer detti anche server utilizzano indirizzi IP, che sono una serie molto lunga di numeri. Tuttavia, è difficile per gli umani ricordare stringhe di numeri. Per questo motivo, i nomi di dominio sono stati sviluppati e utilizzati per identificare entità su Internet anziché utilizzare indirizzi IP.

Un nome di dominio può essere qualsiasi combinazione di lettere e numeri e può essere utilizzato in combinazione con le varie estensioni di nomi di dominio, come .it .com .net e altro.

Il nome di dominio deve essere registrato prima di poterlo utilizzare. Ogni nome di dominio è unico. Nessun sito Web può avere lo stesso nome di dominio di un altro. Se qualcuno digita www.tuodominio.com, andrà al tuo sito Web e a nessun altro.

Il dominio ha una scadenza

Il dominio si può acquistare ma solo per un periodo limitato, in genere è un anno, trascorso il quale deve essere rinnovato il pagamento. Il prezzo di un nome di dominio è in genere compreso tra 10-30 euro all’anno.

Spesso il nome di dominio è incluso gratuitamente in tutti i piani premium per la creazione di siti e associato ad un hosting.

Inoltre con il dominio vengono vendute e-mail professionali associate al tuo nome di dominio utili per rafforzare la tua credibilità e costruire il tuo marchio.

In questo sito trovi tante informazioni e guide utili per realizzare e personalizzare in modo semplice e professionale un sito internet realizzato con gli strumenti che mette a disposizione il web in modo gratuito e non.  

Domini di primo livello

Il dominio di primo livello, in inglese top-level domain (TLD), è l’ultima parte del nome di dominio Internet. Corrisponde alla sigla alfanumerica che segue il ‘punto’ più a destra dell’URL, per esempio: l’indirizzo Internet del nostro sito è sitiweb.click, quindi la parte dell’indirizzo web che ricade entro il dominio di primo livello è click.

Quando il Domain Name System è stato ideato negli anni ’80, lo spazio dei nomi di dominio era diviso in due gruppi principali di domini.

  • I domini di primo livello del codice paese (ccTLD) erano principalmente basati sui codici di territorio a due caratteri delle abbreviazioni dei paesi ISO-3166 .
  • Inoltre, è stato implementato un gruppo di sette domini di primo livello (gTLD) generici che rappresentavano un insieme di categorie di nomi e multi-organizzazioni.  Questi erano i domini gov , edu , com , mil , org , net e int .

Durante la crescita di Internet, è diventato necessario creare domini di primo livello generici aggiuntivi. Dall’ottobre 2009 esistevano 21 domini di primo livello generici e 250 domini di primo livello con codice paese di due lettere. Inoltre, il dominio ARPA serve a scopi tecnici nell’infrastruttura del Domain Name System.

Durante la 32a riunione internazionale ICANN pubblica a Parigi nel 2008, ICANN ha avviato un nuovo processo di politica di denominazione TLD per fare un ” significativo passo avanti nell’introduzione di nuovi domini di primo livello generici “. Questo programma prevede la disponibilità di molti domini nuovi o già proposti, nonché una nuova procedura di applicazione e implementazione. Gli osservatori credevano che le nuove regole potessero comportare la registrazione di centinaia di nuovi domini di primo livello. Nel 2012 il programma è iniziato e ha ricevuto 1930 domande. Nel 2016 è stato raggiunto il traguardo di 1000 gTLD in diretta.

L’ Internet Assigned Numbers Authority (IANA) mantiene un elenco commentato dei domini di primo livello nel DNS root zone del database.

Per scopi speciali, come test di rete, documentazione e altre applicazioni, IANA si riserva anche una serie di nomi di dominio per uso speciale. Questo elenco contiene nomi di dominio come esempio , local , localhost e test . Altri nomi di dominio di primo livello contenenti marchi sono registrati per uso aziendale. I casi includono marchi come BMW, Google e Canon.

 

Domini di secondo livello e di livello inferiore

Sotto i domini di primo livello nella gerarchia dei nomi di dominio ci sono i nomi di dominio di secondo livello (SLD). Questi sono i nomi direttamente a sinistra di .com, .net e degli altri domini di primo livello. Ad esempio, nel dominio test.sitiweb.click , test è il dominio di secondo livello.

Successivamente ci sono domini di terzo livello, che sono scritti immediatamente a sinistra di un dominio di secondo livello. Possono esserci domini di quarto e quinto livello e così via, praticamente senza alcuna limitazione.

I nomi di dominio di secondo livello (o di livello inferiore, a seconda della gerarchia padre stabilita) vengono spesso creati in base al nome di un’azienda (ad es. Bbc .co.uk), prodotto o servizio (ad es. Hotmail .com). Al di sotto di questi livelli, il successivo componente del nome di dominio è stato utilizzato per designare un determinato server host. Pertanto, ftp.example.com potrebbe essere un server FTP, www.example.com sarebbe un server World Wide Web e mail.example.com potrebbe essere un server di posta elettronica, ciascuno destinato a svolgere solo la funzione implicita. La tecnologia moderna consente a più server fisici con indirizzi diversi (vedi bilanciamento del carico ) o addirittura identici (vedi anycast) di servire un singolo nome host o nome di dominio o più nomi di dominio che devono essere forniti da un singolo computer. Quest’ultimo è molto popolare nei centri di servizi di hosting Web , dove i fornitori di servizi ospitano i siti Web di molte organizzazioni su pochi server.

 

Differenza tra un nome di dominio e Web Hosting

Quindi il dominio rappresenta l’indirizzo fisico di un sito web mentre l’hosting web è come l’edificio fisico dove sono contenuti ed archiviati i dati e le informazioni del sito web.

I nomi di dominio vengono utilizzati per creare un comodo collegamento per collegare i tipi di visitatori in una barra degli indirizzi al server utilizzato per ospitare il sito Web. Sono interamente digitali e archiviati in un database centralizzato.

L’hosting è un po ‘diverso perché richiede un server fisico che si trova da qualche parte nel mondo e connesso a Internet. È essenzialmente come un disco rigido del computer che memorizza tutti i file e i database del tuo sito web. Si chiama server perché letteralmente “serve” il tuo sito Web ai tuoi visitatori.

Quando si digita un URL (ad esempio www.sitiweb.click) nel browser Web, invia una richiesta al server specifico su cui è ospitato il sito. Il server carica quindi i file e li trasmette su Internet al dispositivo che stai utilizzando, che scarica i file e li visualizza.

 

Come registrare o acquistare un dominio

L’ente che si occupa della gestione dei domini è la Registration authority che dispone di un anagrafe di tutti i domini. Per registrare un dominio di secondo livello bisogna rivolgersi ad uno dei tantissimi provider accreditati presso questo ente e che farà da intermediario tra l’ente e chi vuole registrare il dominio. I provider offrono anche molti altri servizi tra i quali hosting, housing, gestione DNS, server virtuali, posta elettronica ecc. e spesso questi verranno proposti contestualmente all’acquisto del dominio o comunque abbinati alla sua registrazione. I provider che fungono da intermediario fra il registro ed il cliente si chiamano registrar.  


Hosting quale scegliere miglior hosting ServerL’hosting, cos’è e come sceglierlo »


Migliore hosting wordpress Aruba soluzioni e caratteristicheQuale hosting scegliere per WordPress? »


 

Condividi questo post

Lascia un commento

Torna a Articoli